Notizie

Notizie (49)

Seleziona un articolo da leggere

imagesI lavoratori precari della sanità e della ricerca biomedica possono guardare con più serenità al futuro, e con loro i cittadini che beneficiano delle loro competenze. L’impegno che il sottosegretario alla Salute Paolo Fadda aveva preso alcuni giorni fa di fronte ai sindacati di categoria Fp Cgil Cisl Fp e Uil Fpl, siglando il protocollo d’intesa sul precariato in sanità, si è infatti tradotto in una direttiva alle Regioni per la proroga di tutti i contratti di lavoro in essere fino al 31 dicembre 2016.

images

Nel giro dei primi 15 giorni di dicembre si è avviato il percorso per la stabilizzazione del personale precario del Servizio Sanitario Nazionale con un ottimo viatico,: la direttiva alle Regioni, firmata dal Sottosegretario di Stato alla Salute, Paolo Fadda, per la proroga di tutti i contratti in essere fino al 31 dicembre 2016.

imagesNell'incontro del 3 dicembre u.s. con il Sottosegretario alla Salute, Paolo Fadda, è stata definita una nuova bozza di Dpcm per la stabilizzazione dei precari ed è stato sottoscritto un verbale nel quale si condivide la necessità di adottare ulteriori interventi per dare risposte esaustive al problema del precariato nel SSN. Dal verbale risulta anche l'impegno assunto dal Sottosegretario ad emanare una direttiva alle Regioni per la proroga al 31.12.2016 di tutti i rapporti di lavoro in essere, compresi quelli flessibili ed atipici.

images

“Il protocollo d’intesa firmato il 19 novembre ha portato i primi risultati: il disegno di legge Delrio presentato ieri al Parlamento recepisce tutele e garanzie per i lavoratori di Province, Comuni e Città metropolitane”. Le federazioni di categoria di Cgil, Cisl e Uil commentano così l’impostazione del ddl di riordino territoriale rispetto alla gestione del personale e chiedono l’avvio immediato della cabina di regia prevista nell’accordo: “tavoli di confronto nazionale e locali che serviranno a riorganizzare la rete territoriale dei servizi pubblici, a tutelare e rilanciare funzioni di area vasta e competenze dei lavoratori”.

Domenica, 01 Dicembre 2013 14:08

Sanità, bene annuncio proroga dei precari al 2016.

Scritto da
imagesSanità, il sottosegretario Fadda annuncia la proroga dei precari al 2016

Cgil, Cisl, Uil: “Bene, il governo passi dalle parole ai fatti. Occorre percorso di stabilizzazione e implementazione delle competenze”

FP CGIL, CISL FP e UIL FPL accolgono positivamente le dichiarazioni del sottosegretario alla Sanità Paolo Fadda, che ha annunciato oggi l’impegno a emanare una direttiva alle Regioni e consentire la proroga dei contratti del personale precario del Ssn fino al 2016. I sindacati  chiedono però “al Governo di passare dalle parole ai fatti” sottolineando come l’obiettivo sia quello di “costruire percorsi certi di stabilizzazione per i lavoratori flessibili e di implementazione delle competenze per tutti gli operatori sanitari, tecnici e di assistenza”.

cgilcisluil left

Al Commissario per la Spending Review

                                                                       Dr. Carlo Cottarelli

                       

                        Egregio Commissario

 

Le scriventi organizzazioni sindacali sostengono da tempo come una buona azione          di razionalizzazione della spesa pubblica, per avere prospettive di concretezza e non trasformarsi in una ulteriore lesione dei diritti di cittadinanza e del lavoro abbia bisogno di due presupposti: il primo, fondamentale, è quello di non essere trattata in maniera disgiunta dall’obiettivo di recuperare efficienza e efficacia all’azione dei servizi pubblici, il secondo è quello, non solo di non essere agita “contro”, il lavoro, le lavoratrici ed i lavoratori, contro l’idea stessa di servizio pubblico, ma al contrario di essere accompagnata e sostenuta, nella sua ricerca di soluzioni, proprio da coloro i quali, le lavoratrici e i lavoratori dei servizi pubblici, meglio di chiunque altro conoscono luoghi, procedure, interstizi dove si annidano spese improduttive, sprechi, privilegi.

imagesPer garantire con efficienza, qualità e appropriatezza le richieste di salute di una popolazione con un’aspettativa di vita sempre più lunga, e allo stesso tempo un’incidenza crescente delle patologie complesse e croniche, delle disabilità e delle situazioni di fragilità sociale, c’è bisogno di ottimizzare e valorizzare l’apporto di tutte le figure professionali del Servizio Sanitario Nazionale

VERBALE COORDINAMENTO REGIONALE DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE DELLA REGIONE PUGLIA

 

Si è riunito, in data 30 ottobre 2013 alle ore 16.00, presso la sede della UIL FPL di Bari, il Coordinamento Regionale delle Professioni Infermieristiche della Regione Puglia.

Sono presenti all’incontro:

  • Paola Bruno – Segreteria Regionale UIL FPL;
  • Girolama de Gennaro – Coordinatore Regionale;
  • Giuseppe Pietroforte – Bari;
  • Biagio Russo – Taranto;
  • Raffaele Semeraro – Taranto.

L’incontro si è aperto illustrando l’esito del coordinamento nazionale dell’Area Infermieristica del 9 ottobre 2013 e delle indicazioni della Segreteria Nazionale sulle prossime azioni da porre in essere.

Sabato, 23 Novembre 2013 12:30

Bozza dpcm precari sanità

Scritto da

Cari amici e compagni,

la bozza di Dpcm presentata dal Ministero della salute nell’incontro del 19 u.s. non è assolutamente sufficiente a riconoscere le specificità del SSN e che hanno dato luogo al rinvio ad uno specifico provvedimento.

Sabato, 23 Novembre 2013 12:28

Allegato: dpcm bozza precari sanità

Scritto da

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

 

Vista la legge 27 dicembre 2006, n.296 recante " Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato"(legge finanziaria 2007)

Pagina 3 di 4